Famiglie

famiglia
fa·mì·glia/
sostantivo femminile
  1. 1.
    Nucleo sociale rappresentato da due o più individui che vivono nella stessa abitazione e, di norma, sono legati tra loro col vincolo del matrimonio o da rapporti di parentela o di affinità.
    “i doveri”
    • Farsi una famiglia (o metter su famiglia ), sposarsi.
    • Aver famiglia, essere coniugato, eventualmente con prole.
    • Famiglia allargata, nucleo informale formato da ex coniugi o conviventi, che continuano a frequentarsi con i nuovi partner e relativi figli.
    • Famiglia di fatto, formata da due persone non sposate e dagli eventuali figli.
    • Famiglia ricomposta, formata da persone precedentemente sposate e con figli.
    • arc.
      Governo della famiglia, l’insieme delle cure familiari, sia economiche che morali.
    • Sacra famiglia, quella di Gesù, la Madonna e s. Giuseppe, frequente come tema iconografico nell’arte cristiana.
    • Famiglia d’arte, quella i cui componenti da più generazioni sono tutti o quasi tutti attori.
    • Con riguardo all’aspetto istituzionale e giuridico.
      “consiglio di f.”
    • Medico di famiglia, medico di base (vedi medico).
    • Con riguardo all’intimità domestica.
      “vivere”
    • Esser di famiglia, intimo amico.
  2. 2.
    Il complesso delle persone di una stessa discendenza, legate dal vincolo del sangue e della tradizione: una f. illustre, decaduta;.
    • Virtù di famiglia, vizi di famiglia, ereditari.
  3. 3.
    arc. o lett.
    L’insieme delle persone al servizio di una casa o al seguito di un personaggio.
    “la f. d’un cardinale”
    • Da famiglia (o tipo famiglia ), di qualità inferiore e a buon mercato ( propr. ‘per la servitù’).
      “vino”
  4. 4.
    Gruppo di persone legate da vincoli ideali o affettivi o riconducibili a una stessa fisionomia spirituale o fisica: una f. di artisti; la f. europea; scherz. o poet., anche di animali e piante: la f. asinina; la f. gattesca; Bella d’erbe famiglia e d’animali (Foscolo).
  5. 5.
    Nell’organizzazione della mafia, gruppo d’individui legati dal vincolo dell’omertà e dell’assoluta obbedienza agli ordini di un capo ( padrino ).
  6. 6.
    part.
    In linguistica (per chi adotta la classificazione genealogica delle lingue), insieme di lingue storicamente riconducibile a un prototipo comune.
    “la f. romanza”
    • Famiglia di parole, tutte quelle che derivano da una stessa radice.
    • Famiglia di codici, il gruppo di manoscritti induttivamente riconducibili a un archetipo.
    • Serie di ceramiche che presentano elementi decorativi affini e lo stesso colore predominante.
    • In musica, gruppo di strumenti della stessa specie ma di diverso timbro e diversa estensione.
      “la f. dei legni”
    • Nella classificazione zoologica e botanica, gruppo di rango superiore al genere e inferiore all’ordine.
    • In biologia molecolare: famiglia genica, insieme di geni omologhi presenti all’interno di uno stesso genoma, che derivano dalla duplicazione di un unico gene ancestrale.
    • In matematica, insieme di enti che godono delle stesse proprietà.
    • In chimica, insieme di elementi con proprietà simili, appartenenti allo stesso gruppo del sistema periodico.

     

     

     

    Non mi sembra che ci sia scritto da nessuna parte che debba essere costituita necessariamente da due persone non dello stesso sesso.