È il dolore l’ultimo fortino di un  legame che a volte sembra tradirti nascondendosi dietro piccole gioie incollate  come foglie morte a un tronco ormai secco e rigido.

Ti tradisce e ritorna a ricordarti che il tempo non esiste, non esistono i pensieri sottostanti, non esistono le speculazioni consolatorie e quel che era semplicemente non è più.

Il mondo, la gente, sono piccole macchie perfettamente opache e inutili che sempre meno guardi scorrere, e ancora e sempre scambieresti con un secondo di gioia. Ancora uno.

Ci fosse il paradiso sarebbe nebbia bucata dalla danza dei suoi movimenti, e un bastone nelle mie mani, per un lancio senza fine.

 

Contrassegnato da tag

4 pensieri riguardo “Un lancio senza fine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...