Sono un sasso. E’ l’undici novembre millenovecentonovantadue.
Facciamo l’amore? Ho mani calde.
Manichini senza testa scivolano silenziosi verso deserti cristallini. Il macellaio aspetta nell’indifferenza della sua ascia. Il cielo è sempre blu.
E’ sempre blu e sono un sasso. Fa caldo. C’è afa.

 Sono un manichino senza testa. Vorrei il freddo e le tue mani. Vorrei mangiarti per colazione.
Vorrei perdere il tuo corpo per strada. Venderlo per mille lire.
Il re che non ti vide mai è morto per noia. Non per la tua assenza. Non per te.
Mi racconti del buio e della notte, delle note e del freddo. Il deserto è sempre cristallino.

 Partiamo per Gerusalemme? Andiamo via. Forse, se facciamo in fretta, il macellaio non noterà la nostra assenza. Ce la possiamo fare.

Facciamo l’amore? Ho mani calde e non m’importa se il macellaio ci sorprenderà nella notte.

Raccontami una storia. Ma che sia bella. Dimmi che l’afa sparirà e ci sveglieremo a Gerusalemme.

E’ il millenovecentonovantaquattro e dobbiamo scappare. Dobbiamo prendere il treno. Ci inseguono soldati e noia. Andremo via. Hai mani calde, non lo capisci amore mio?

Non è una storia, siamo nel millenovecentoquarantaquattro. Corri, dobbiamo arrivare alla stazione. Non sei un manichino. Ti prego.
Non c’è desiderio di speranza in questo desiderio.
Ti guardo, non voglio spogliarti, il corpo non c’è.
Non c’è e tu lo sai.
Raccontami un’altra storia ma che sia bella ti supplico. Il macellaio è vicino.
Il macellaio non esiste. Dammi un miracolo. Dammi le tue mani calde. Facciamo un bambino.

Come sarebbe il nostro pezzetto di noi? Nascerà d’estate e dell’inverno avrà l’odore. Avrà i miei occhi, avrà il tuo sesso. Fammi venire con te.

 Il macellaio aspetta. Tocca a me.

6 pensieri riguardo “Sono un sasso

    1. Io credo che forma e contenuto debbano sempre andare di pari passo. In questo caso la frammentazione è voluta (poi, ovvio che possa non piacere; non è certo mia intenzione difendere il testo, quello che arriva al lettore è insindacabile), come è voluto il contrapporsi delle due voci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...