Chiara

Chiara è pazza. Pesa quarantacinque chili Chiara. Io l’ho vista digrignare e poi sputare sotto al cielo, Chiara. L’ho vista piangere e gridare e guardare in basso dove neanche la terra è abbastanza merda per Chiara. L’ho vista rotolarsi nel dolore e ho sentito il suo petto farsi ampolla. Chiara è bella nelle sua ossa, cammina veloce con lo sguardo sempre curvo e lumaca. Voglio, sono Chiara, voglio, dammi, sono Chiara, sono io quella che hai scopato, ricordi? Ricordo, Chiara, e mi ricordo la pelle e l’odore e un giardino in una stanza e Chiara, ricordo, non fare così. “Non fare così”, Chiara è pazza. Lo dicono tutti che è pazza, basta parlarle per cinque minuti e lo sai. Io l’ho vista pregare un laccio per non farsi slacciare, l’ho vista piangere una corda per non farsi spago. Chiara è scema, Chiara. Le parli del mare e diventi acqua, l’ho vista morire, Chiara, al di la del filo, scomparire, farsi piccola, farsi urlo, solo urlo, Chiara è un sacchetto al collo dall’altra parte del filo. E’ una goccia che non se ne va. Continua a leggere “Chiara”

vuoi scrivere con noi?

Scriptum nasce come gruppo facebook.

Gli autori pubblicano scritti di massimo venti righe.

Questi sono votati tramite i like.

I cinque con più like sono pubblicati in grupposcriptum

I più votati qui (col “vota”) verranno pubblicati in antologie, la prima a febbraio.

Vuoi partecipare al gioco ed essere pubblicato?

Iscriviti al nostro gruppo su facebook:

scriptum

prossimamente daremo la possibilità di partecipare direttamente dal blog.