Lo aveva infranto lui


Era domenica e lei voleva parlare. Non aveva niente di particolare da dire, ma il giorno prima aveva lavorato, come tutta la settimana, fino a tardi. E la sera erano entrambi stanchi. In realtà era così anche all’inizio, quando si erano conosciuti.
Ma all’inizio il tempo comune era qualcosa di ambito, di ricercato. Aspettavano il loro tempo per stare insieme, per guardarsi, per trovarsi. Le loro parole non si accavallavano, diventano linguaggio comune. Insieme si creavano: ogni lettera che usciva dalle labbra di uno o dell’altra diveniva alfabeto.
E così gli sguardi prima di fare l’amore. E così il fare l’amore.
Il “loro” fare l’amore era creazione di un qualcosa. E, anche quando finiva, le mani continuavano a restare l’una nell’altra. E il tempo passato lontano – l’un l’altra – altro non era che eco di questo amore.
Ma il tempo divenuto, poco alla volta portò falle di bisogni. Bisogno di altre presenza, bisogno di riposo, bisogno di lavoro, di attenzione, di completamento.
E l’inerzia divenne vuoto.
E arrivò il pensiero, in quella domenica in cui lui non aveva nulla da dire.
La prima volta che si videro lui, quasi solennemente, dichiarò: “ti libererò senza distruggerti”. Lei non aveva ben capito cosa volesse dire. Lo capì quella domenica, prima dell’arrivo di quel pensiero. Era volontà d’amore, quella frase. Ti libererò da tutto quello che ti protegge per farti vedere quello che veramente sei, ma senza lasciarti indifesa al dolore.
Ora così si sentiva e, per ripararsi, per frapporre qualcosa tra sé e il vuoto, pensò a un altro, a un’altra persona, a un altro tempo, a un altro luogo.
Il comandamento lo aveva infranto lui – si disse – poco prima di mentirgli.

scriptum

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: