Confessioni di un ologramma [romanzo] – frammento


La prima volta che ho zoppicato avevo dodici anni. Stavo giocando a calcio al giardino e di colpo mi sentii stanco e camminavo a fatica. Andai a casa, i miei pensarono avessi preso l’ennesima botta, ma quel giorno non ne avevo presa nessuna. E il giorno dopo continuavo a camminare male. Il giorno dopo ancora c’era la visita medica della classe: tutti dal dottore e farsi una iniezione per qualche vaccino. A me chiesero come mai claudicavo; risposi che non lo sapevo, ma la cosa mi preoccupò. Ai miei, invece, per qualche giorno sembrò una cosa normale, ma dopo prenotarono una visita al Maria Adelaide, sontuosa struttura ospedaliera di Torino, dal Dott. Lievre, primario di ortopedia.

A me non sembrava neanche di zoppicare, mi faceva solo fatica camminare, e, più che altro, mi dava fastidio l’espressione che aveva la gente quando mi vedeva per strada. In realtà io zoppicavo solo quando qualcuno mi guardava zoppicare.

E comunque, la visita, corredata di raggi x per vedere cosa diavolo mi era successo, fu abbastanza breve e dalla sentenza inequivocabile: “vedete la testa del femore? A vostro figlio si è leggermente staccata dall’anca. E l’ometto deve avere anche molto male, seppur non si lamenta per nulla, che bravo. Comunque, dobbiamo purtroppo ricoverarlo. Lo ingesseremo e terrà il gesso per due mesi, in modo da rimettere tutto a posto. Finiti i due mesi, via il gesso, un mesetto di riabilitazione e la gamba sarà perfetta, come prima”.

Due mesi passano in fretta, l’ospedale deve essere divertente, verranno tutti a trovarmi. E io sarò sdraiato e saranno loro a doversi muovere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: